ASO e pazienti: 3 consigli per gestire le lamentele

ASO

Di

Data

Share

All’interno di uno studio odontoiatrico, l’Assistente di Studio Odontoiatrico alla – ASO svolge un ruolo fondamentale nell’assicurare efficienza e alta qualità del servizio per i pazienti. Tuttavia, non sempre le cose vanno secondo i piani e spesso possono emergere delle lamentele. 

Vediamo insieme come affrontarle in modo costruttivo e migliorare l’esperienza complessiva dei pazienti anche in caso di controversie.

Prestare attenzione: prevenire è meglio che curare

Prevenire è meglio che curare. Cit tanto banale quanto vera. 

La prima fase cruciale per un Assistente di Studio Odontoiatrico – ASO che vuole gestire in maniera ottimale le lamentele dei pazienti è sicuramente l’ascolto. Occorre prestare attenzione ai primi segni di insoddisfazione e riportare immediatamente a conoscenza dei responsabili dello studio. 

Una soluzione in questo senso può essere data dalla raccolta e dalla registrazione delle preoccupazioni e dei feedback dei pazienti sia attraverso sondaggi anonimi sia attraverso moduli online. Questa strategia, unita all’esperienza, ti aiuterà ad individuare e riconoscere immediatamente le categorie di pazienti più “pignoli” o con esigenze particolari evitando così qualsiasi tipo di lamentela.

Consigli per ASO:

  • Crea un sistema di raccolta dei feedback dei pazienti che sia facilmente accessibile anche ai datori di lavoro. 
  • Adotta un approccio riservato e non giudicante durante le interazioni. 
  • Coinvolgi il tuo team nell’ascolto attivo delle preoccupazioni dei pazienti.

Accontentare il paziente: quando è veramente utile?

Ogni Assistente alla Poltrona – ASO con un po’ di esperienza sul campo sa benissimo che spesso alcuni pazienti hanno aspettative irrealistiche. Ma come comportarsi in questi casi?

Invece di cercare di accontentarli a tutti i costi, è importante “educarli”, abituarli al compromesso  e, come già detto, ascoltare attentamente il loro punto di vista. Questo perché le loro lamentele, quando ragionevoli, possono rivelare aree di opportunità e miglioramento. Pertanto, utilizzare i feedback ricevuti per apportare miglioramenti tangibili è un ottima strategia per migliorare il rapporto e aumentare la fidelizzazione.

Infatti, il fatto che un paziente si senta preso in considerazione e informato sulle eventuali modifiche apportate grazie al suo “contributo”, aiuta a creare un ambiente migliore all’interno dello studio dentistico. 

Consigli per ASO

  • Collabora con il tuo team per sviluppare strategie concrete basate sui feedback
  • Comunica apertamente le modifiche attraverso incontri, comunicati stampa o comunicazioni interne. 
  • Mostra ai pazienti che i loro suggerimenti sono stati preziosi nel guidare i miglioramenti.

Rispondere con empatia e chiarezza

Ma qual è il modo migliore per affrontare le lamentele dei pazienti? Per un Assistente alla poltrona – ASO la soluzione migliore è farlo sempre con un’attitudine empatica e una comunicazione chiara, dimostrando di aver compreso il punto di vista altrui e prendendo le misure necessarie per risolvere il problema. Questa forma di comunicazione aperta contribuisce a costruire un rapporto di fiducia e a rassicurare i pazienti sul fatto che le loro preoccupazioni sono prese sul serio. 

Consigli per ASO

  • Rispondi tempestivamente alle lamentele, dimostrando che stai agendo rapidamente. 
  • Evita risposte automatizzate e personalizza ogni risposta in base alla situazione. 
  • Offri spiegazioni dettagliate sulle misure che stai intraprendendo per risolvere il problema.

In sintesi, la figura professionale dell’Assistente di Studio Odontoiatrico – ASO prevede un approccio sensibile e proattivo. Utilizza le critiche come spunto per apportare cambiamenti che contribuiscano a costruire un ambiente di lavoro sereno e disteso. L’ascolto attento, la comunicazione empatica e l’implementazione di miglioramenti possono favorire relazioni positive e durature con i pazienti e il tuo successo.

Aggiornamento ASO: come può tornarti utile

Secondo quanto stabilito dall’art.2 comma 2 dell’Accordo Stato Regioni, gli Assistenti di Studio Odontoiatrico – ASO che hanno ottenuto l’attestato di qualifica tramite corsi di formazione, per mantenere il proprio titolo hanno l’obbligo di frequenza di 10 ore di aggiornamento obbligatorio.

Il Corso aggiornamento ASO – Assistente alla poltrona (10 ore) ha lo scopo di ampliare le competenze per l’attività professionale di assistente studio odontoiatrico e l’obiettivo del percorso è quello di fornire una preparazione sempre aggiornata anche nell’ambito delle soft skills (time and stress management, gestione armonica delle relazioni interpersonali nello studio odontoiatrico e altro ancora.

Vuoi adempiere all’obbligo di aggiornamento ASO – Assistente alla poltrona odontoiatrica, per la tua qualifica professionale? Scopri i nostri corsi di aggiornamento ASO in partenza

Conosci qualcuno che vorrebbe intraprendere questo percorso professionale? Clicca qui e condividi la nostra offerta formativa: Corso di formazione e attestato di qualifica ASO – Assistente Studio Odontoiatrico

JOBlog

Iscriviti a JOBlog per ricevere le ultime notizie su TSS.

Lascia un commento

0
    Carrello
    Carrello vuoto

      Progetti di settore

      Target Service Solutions è attiva da tempo nel mondo della formazione professionalizzante, permettendo ai propri corsisti di specializzarsi in progetti di settore di diversi ambiti professionali regolamentati da Regione Lombardia.

      JOBlog

      Recensioni

      Corsi mirati. Cinque stelle meritate.

      Alessandro L.